Lo spazio è di chi lo occupa!

Siamo tristemente abituati all’incapacità della politica e dell’amministrazione cittadina di raccogliere le istanze sociali. In questo caso neppure gli impegni presi pubblicamente sono stati minimamente mantenuti e una realtà come il Laboratorio Crash! per mesi non ha visto passi avanti nella mediazione tanto promessa da Quartiere Navile e Comune.
In una città che mentre ci inonda della retorica della partecipazione, quotidianamente ignora e reprime le esperienze dal basso, ben venga l’occupazione di un nuovo spazio autogestito.
Siamo felici di veder la nascita di una nuova, anche se all’undicesima casa(!), esperienza di autogestione: alle compagne e compagni del Lab. Crash va tutto il sostegno e la solidarieta’ del Comitato ESA.

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.